Brescia 2 Benevento 3

Postato in Serie BKT 2018/19

Brescia 2 Benevento 3 fotolive

Il Benevento vince l'ultima gara di campionato contro un Brescia che non ha piu nulla da chiedere al campo. L'incontro è stato spettacolare, con numerosi capovolgimenti di fronte sia da una parte che dall'altra, Allo scadere della partita inizia la festa con la coppa per la vittoria del Campionato di serie B che passa di mano in mano a tutti i giocatori del Brescia, avvolti in un vortice di coriandoli biancazzurri e applauditi dai 14.000 tifosi di un “Rigamonti”

 Brescia -Benevento 2-3, il tabellino

BRESCIA (4-4-2): Alfonso; Sabelli, Cistana, Romagnoli (K), Mateju; Bisoli, Tonali (15′ st Viviani), Dessena (28′ st Spalek); Tremolada (37′ st Lancini); Torregrossa, Donnarumma. A disposizione: Andrenacci, Gastaldello, Ndoj, Martinelli, Dell’Oglio, Curcio, Cortesi, Morosini, Semprini. Allenatore: Corini

BENEVENTO (4-3-1-2): Gori (K); Letizia, Volta, Antei, Di Chiara; Tello, Crisetig, Buonaiuto (31′ st Improta); Vokic (35′ st Goddard); Insigne, Armenteros (22′ st Bandinelli). A disposizione: Montipò, Zagari, Viola, Gyamfi, Volpicelli, Caldirola, De Caro, Di Serio, Pastina. Allenatore: Bucchi

Reti: al 4′ aut. Di Chiara (Br), al 9′ Armenteros (Be), al 30′ Bisoli (Br), al 36′ Insigne (Be),al 7′ stArmenteros (Be)

Note: Gori para un calcio di rigore a Donnarumma all’43’ st

Ammonizioni: Mateju (Br)

Recupero: 1′ nel primo tempo + 5′ nella ripresa

Brescia Calcio news

  • Andrenacci 4,5 appare incerto in tutte le tre marcature ospiti, la traversa ed il palo lo salvano da una punizione peggiore

  • Ampio turnover in un Rigamonti a porte chiuse per entrambe le formazioni, sia Roma che Brescia devono rinunciare a diversi giocatori per infortuni o squalifiche o stanchezza.

  • Joronen 6 sul primo gol non fa il miracolo dopo la deviazione di Mateju, sul secondo la palla rimpallata da Papetti finisce proprio sulla testa di Belotti, sul terzo non riesce a respingere lateralmente e Zaza, sciabattando un po' trova la rete, per il resto fa una buona prestazione.

  • Lopez conferma a Torino la squadra vincente del Rigamonti col Verona, confermando anche il 4-4-2. Inizia meglio il Torino che però beneficia di quattro errori arbitrali che gli regalano quattro azioni in più. Verdi è il più pericoloso con una traversa ed un rasoterra dal limite deviato da Joronen in corner. Poi cresce il Brescia che comincia a prendere possesso della metà campo granata.

  • Joronen 7, qualche incertezza iniziale, ma tiene la porta imbattuta con parate non banali, si infortuna al ginocchio destro, ma tiene duro fino alla fine Sabelli 6 in difficoltà sulla fascia destra, lotta con grande sacrificio, lo aiuta spesso Spalek