Cremonese 0 Brescia 0

Postato in Serie BKT 2018/19

Cremonese 0 Brescia 0 fotolive

Finisce senza reti la sfida tra Cremonese e Brescia, un punto che dopo la promozione in A, conferma aritmeticamante la vittoria del campionato. Corini cambia 7 uomini rispetto alla gara con l’Ascoli ma è sempre un Brescia competitivo.

 

CREMONESE-BRESCIA 0-0

CREMONESE (3-5-2): Agazzi; Caracciolo, Claiton, Terranova; Mogos, Soddimo (60′ Strefezza), Arini, Castrovilli (83′ Boultam), Renzetti; Piccolo, Montalto (79′ Carretta).
A disp.: Ravaglia, Volpe, Rondanini, Del Fabro, Migliore, Castagnetti, Emmers, Mbaye, Strizzolo.
All.: Massimo Rastelli

BRESCIA (4-3-1-2): Andrenacci; Sabelli, Gastaldello, Romagnoli, Martella; Dall’Oglio (60′ Ndoj), Viviani, Dessena (77′ Tonali); Tremolada; Morosini (66′ Rodriguez), Donnarumma.
A disp.: Alfonso, Mateju, Spalek, Cistana, Torregrossa.
All.: Eugenio Corini

ARBITRO: Sig. Luigi Nasca della sezione di Bari (Assistenti: Sig. Pasquale Capaldo di Napoli e il Sig. Fabio Schirru di Nichelino. Quarto uomo: Sig. Simone Sozza di Seregno)

NOTE: Giornata con sole e nuvole allo Zini, si registrano circa 18° C. Rodriguez (B) ammonito al 73′ per gioco scorretto. Spettatori totali: 11.840 (paganti: 7.699; abbonati: 4.141). Incasso partita: 74.820 euro (più quota abbonamenti: 95.731 euro).

AMMONITI: Rodriguez (B)
ESPULSI: –
ANGOLI: 9-5
RECUPERI: 0′ ; 4′

Brescia Calcio news

  • Andrenacci 4,5 appare incerto in tutte le tre marcature ospiti, la traversa ed il palo lo salvano da una punizione peggiore

  • Ampio turnover in un Rigamonti a porte chiuse per entrambe le formazioni, sia Roma che Brescia devono rinunciare a diversi giocatori per infortuni o squalifiche o stanchezza.

  • Joronen 6 sul primo gol non fa il miracolo dopo la deviazione di Mateju, sul secondo la palla rimpallata da Papetti finisce proprio sulla testa di Belotti, sul terzo non riesce a respingere lateralmente e Zaza, sciabattando un po' trova la rete, per il resto fa una buona prestazione.

  • Lopez conferma a Torino la squadra vincente del Rigamonti col Verona, confermando anche il 4-4-2. Inizia meglio il Torino che però beneficia di quattro errori arbitrali che gli regalano quattro azioni in più. Verdi è il più pericoloso con una traversa ed un rasoterra dal limite deviato da Joronen in corner. Poi cresce il Brescia che comincia a prendere possesso della metà campo granata.

  • Joronen 7, qualche incertezza iniziale, ma tiene la porta imbattuta con parate non banali, si infortuna al ginocchio destro, ma tiene duro fino alla fine Sabelli 6 in difficoltà sulla fascia destra, lotta con grande sacrificio, lo aiuta spesso Spalek