Brescia 2 Foggia 1

Postato in Serie BKT 2018/19

Brescia 2 Foggia 1 fotolive

Parte male il Brescia, che però nel primo tempo riprende il Foggia. La rete iniziale dei pugliesi è firmata da Galano, dopo appena cinque minuti. Poi il Brescia sale in cattedra e alla mezzora trova il pari grazie ad un siluro rasotera su punizione di Martella.

Nel secondo tempo al 63′ rigore per il Brescia: Loiacono commette fallo su Torregrossa, protesta il Foggia. Batte Donnarumma, Leali para ma respinge sui piedi del numero 9 che questa volta insacca secco in rete. 2 a 1.


BRESCIA: Alfonso; Sabelli, Ndoj (78′ Gastaldello), Spalek (57′ Dall’Oglio), Donnarumma, Torregrossa (76′ Rodriguez), Cistana, Romagnoli, Viviani, Bisoli, Martella.
A disposizione: Andrenacci, Gastaldello, Dall’Oglio, Lancini, Rodriguez, Cortesi, Semprini, Tremolada.
Allenatore: Corini.

FOGGIA Calcio: Leali; Loiacono, Billong, Ranieri; Zambelli (82′ Chiaretti), Gerbo, Greco, Deli (82′ Cicerelli), Kragl; Galano (66′ Iemmello), Mazzeo.
A disposizione: Noppert, Martinelli, Boldor, Cicerelli, Agnelli, Matarese, Chiaretti, Iemmello.
Allenatore: Grassadonia.

Arbitro: Daniele Minelli, della sezione di Varese

Reti: 4′ Galano (F), 31′ Martella (B), 64′ Donnarumma (B)

Ammoniti: 40′ Gerbo (F), 48′ Greco (F), 52′ Spalek (B), 68′ Dall’Oglio (B), 77′ Viviani (B)

Espulsi: Nessuno

Brescia Calcio news

  • Andrenacci 4,5 appare incerto in tutte le tre marcature ospiti, la traversa ed il palo lo salvano da una punizione peggiore

  • Ampio turnover in un Rigamonti a porte chiuse per entrambe le formazioni, sia Roma che Brescia devono rinunciare a diversi giocatori per infortuni o squalifiche o stanchezza.

  • Joronen 6 sul primo gol non fa il miracolo dopo la deviazione di Mateju, sul secondo la palla rimpallata da Papetti finisce proprio sulla testa di Belotti, sul terzo non riesce a respingere lateralmente e Zaza, sciabattando un po' trova la rete, per il resto fa una buona prestazione.

  • Lopez conferma a Torino la squadra vincente del Rigamonti col Verona, confermando anche il 4-4-2. Inizia meglio il Torino che però beneficia di quattro errori arbitrali che gli regalano quattro azioni in più. Verdi è il più pericoloso con una traversa ed un rasoterra dal limite deviato da Joronen in corner. Poi cresce il Brescia che comincia a prendere possesso della metà campo granata.

  • Joronen 7, qualche incertezza iniziale, ma tiene la porta imbattuta con parate non banali, si infortuna al ginocchio destro, ma tiene duro fino alla fine Sabelli 6 in difficoltà sulla fascia destra, lotta con grande sacrificio, lo aiuta spesso Spalek