Cortefranca 1 Brescia 2

Postato in Brescia calcio Femminile

Cortefranca 1 Brescia 2

Serviva una prova perfetta da parte del Brescia Calcio Femminile in casa della capolista Cortefranca per riuscire a vendicare la sconfitta patita a Urago Mella prima di Natale, e la perfezione è stata davvero sfiorata dalle ragazze di mister Treccani, che contro la squadra che ha cannibalizzato il girone lombardo di Eccellenza ha sfoderato una prova di grinta, carattere e determinazione restituendo il 2-1 alla formazione del tecnico Lanzetti.

Vittoria oltretutto in rimonta per le Leonesse: sotto dopo 6′, trovano il pareggio dopo 120 secondi con Massussi e poi il gol vittoria con Pasquali sempre nel primo tempo. Nella ripresa sono diverse le opportunità per le biancoblu per chiudere la gara, ma è mancata la lucidità e la precisione in zona gol. Prestazione superba da parte di tutte le giocatrici chiamate in causa per una serata da ricordare

LA GARA – Si comincia con un “giallo” sul campo del Cortefranca: il campo non è decisamente in condizioni ottimali per giocare a calcio, con l’erba molto alta e le righe completamente assenti che sono state tracciate a ridosso del fischio d’inizio, ma che sbiadiscono velocemente per la fitta pioggia che non ha dato tregua alle 22 in campo e che tutto sommato ha dato quel carattere di epicità in più ad una sfida che è stata sempre sopra le righe dal punto di vista agonistico. Mister Fabio Treccani (squalificato, in panchina il preparatore dei portieri Valnegri) schiera le Leonesse con il 4-2-3-1 con Cogoli in porta, Brevi, Belussi, Dolfini e Lazzari in difesa; Bocchi e Magri sulla mediana con Farina, Brayda e Massussi a supporto di Pasquali punta avanzata. Arbitra il signor Lombardi della sezione di Brescia.
Il primo squillo della gara è bresciano: al 3′ Magri calcia una punizione laterale che viene sporcata in area, il pallone rotola sulla parte esterna dalla rete che dà l’illusione del gol ai tantissimi tifosi presenti sulle tribune dell’impianto franciacortino. Tra loro anche l’ex tecnico delle Leonesse Gianpiero Piovani. Al 6′ passano in vantaggio le padrone di casa: Cogoli non riesce a smanacciare un pallone spiovente da corner, la più veloce è Valesi che insacca. Il Brescia non si scompone e continua a giocare: il pareggio è immediato con Massussi, che raccoglie un tiro-cross proveniente dalla destra di Brayda e da pochi passi rimette il Brescia in carreggiata. Al 12′ ci prova Leali dalla distanza, ma Cogoli è attenta. Al 15′ punizione battuta da Saetti: il pallone spiove e si infrange sulla faccia superiore della traversa. Le padrone di casa trovano spesso spazio alle spalle delle due centrali: al 19′ Saetti si presenta davanti a Cogoli ma spara alto. Risponde il Brescia al 23′ ancora con Magri da palla inattiva: è potente la conclusione della centrocampista ma è molto reattiva Ferrari che si allunga e mette in corner. Al 29′ ancora Magri protagonista dopo aver rubato palla ad un’avversaria cerca la conclusione da posizione defilata, ma è centrale. Passano pochi secondi e sul capovolgimento di fronte Picchi si trova a tu per tu con Cogoli ma anche lei tira alle stelle. Al 33′ Bocchi ci prova dalla distanza, ma Ferrari blocca in due tempi. Un minuto dopo Valesi va al tiro su un pallone vagante dal limite dell’area, ma Cogoli è attenta è blocca. Al 35′ le Leonesse operano il sorpasso: fantastica azione personale di Bocchi che taglia in due il Cortefranca e pesca in verticale Pasquali che si infila fra le centrali rossoblu, scarta Ferrari in uscita e appoggia in porta. La reazione delle padrone di casa non si lascia attendere: al 40′ Picchi affronta in velocità Belussi, entra in area, si porta il pallone sul destro e tira sul primo palo ma Cogoli non si lascia sorprendere. La ripresa non si gioca sugli stessi ritmi dei primi 45 minuti: ci sono molti più falli, e il direttore di gara estrae ben sei cartellini gialli, oltre a molti errori in fase di impostazione e di misura, sintomo di come da entrambe le parti si senta il valore della posta in palio. Al 13′ succede di tutto, da un’area all’altra: il Cortefranca batte un corner dove si accende una mischia che il Brescia alla fine risolve spazzando il pallone, ne nasce un contropiede di Massussi che salta Ferrari in uscita fuori dall’area, crossa in mezzo ma la difesa riesce a liberare. Sul pallone vagante si avventa Brayda che però da ottima posizione spara altissimo. Al 20′ Asperti ha il pallone buono per il pari, la conclusione è potente ma abbastanza centrale: ottimo comunque il riflesso di Cogoli che respinge alla grande. Al 27′ Dolfini è pericolosa in area avversaria di testa da corner, ma la conclusione è centrale. Al 31′ Zangari, entrata al posto di Pasquali, riceve il pallone sulla sinistra, entra in area, si sposta il pallone sul destro e calcia ma la sua conclusione è sporcata e termina in corner. Al 43′ ancora Zangari protagonista, ma si divora a tu per tu con Ferrari il gol della vittoria sparando addosso al portiere quando avrebbe potuto comodamente appoggiare a due compagne completamente libere al limite dell’area piccola. In pieno recupero brivido in area bresciana con Asperti che ha il pallone buono per impattare la sfida ma Cogoli in uscita bravissima nell’impedire una conclusione pulita all’attaccante, così il pallone si perde sul fondo. Finisce così una gara dall’altissimo tasso di adrenalina che il Brescia vince con merito al termine di una vera e propria battaglia sul campo della capolista: peccato per il piccolo parapiglia che si è creato subito dopo il fischio finale, ma è anche questo sintomatico di quanto entrambe le squadre ci tenevano a prendersi i tre punti.

LE INTERVISTE – Per lo staff tecnico ha parlato il Team Manager Roberto Antonini: «C’erano tutti gli ingredienti per vivere un bel derby. Le ragazze questa sera hanno dimostrato che si sarebbero potute giocare alla grande questo campionato. Abbiamo peccato durante la stagione di ingenuità in diverse occasioni e abbiamo pagato tanto sotto questo punto di vista, però stasera abbiamo dimostrato che siamo un’ottima squadra e sono fiero delle nostre ragazze». Nel primo tempo è stata importante la reazione dopo lo svantaggio con il pareggio immediato di Massussi e poi il sorpasso di Pasquali, però forse l’accento va posto nella ripresa giocata dal Brescia, perché poteva cadere negli errori e nei cali di concentrazione che abbiamo visto in passato, invece ha continuato a combattere alla grande: «Le ragazze c’erano completamente con la testa, non ho mai avuto dubbi che potessero adagiarsi sul risultato. Abbiamo gestito bene nel secondo tempo e con un po’ più di fortuna avremmo potuto chiuderla prima». Ora non c’è tempo per festeggiare perché domenica arriva il Bareggio a Urago Mella e l’obiettivo è chiudere al meglio la stagione: «Sarà un po’ difficile ricaricare la testa soprattutto dopo una partita di questo tipo, però vogliamo chiudere bene questa stagione cercando di arrivare al terzo posto solitario».
Per la squadra hanno parlato le due goleador di giornata, Chiara Massussi e Sofia Pasquali: «L’emozione stasera era tanta – commenta Massussi – perché noi eravamo determinate nel vincere questa gara. Per noi era importante perché vogliamo chiudere il campionato il più in alto possibile e poi battere la prima in classifica è sempre un bello stimolo. Oggi ci siamo riuscite, e questo risultato ci ha dato tanta leggerezza e liberate da un piccolo peso che ci portavamo dietro». «Innanzitutto ringrazio Federica Bocchi per l’assist – le impressioni di Pasquali – perché mi ha fatto un assist fantastico, al bacio. Poi davanti al portiere ho pensato che se avessi provato subito il tiro me l’avrebbe parata, quindi ho provato a scartarla ed è andata bene, sono contenta». Pasquali si sta ritagliando molto spazio in questo finale di stagione e sta ripagando la fiducia del mister con ottime prestazioni e diversi gol: «Stasera l’emozione era particolare perché è sempre un derby, poi giocare da titolare ti dà una motivazione in più e una responsabilità maggiore, ma sono felice». Sulla collocazione tattica da “falso nueve”: «Io sono nata come punta, quindi sono contenta di poter giocare in quello che sento come mio ruolo naturale. Cerco di dare il meglio per dimostrare che quella zona di campo è dove riesco a fare le cose migliori». La chiusura con Massussi: «Per domenica contro il Bareggio dovremo essere brave noi a trattenere questa adrenalina accumulata stasera e gestire al meglio le fatiche psicofisiche che inevitabilmente si faranno sentire in questi giorni che ci separano dalla gara. Ma sono certa che arriveremo pronte e se giocheremo come questa sera, e forse basterà anche un po’ meno, potremo toglierci un’altra soddisfazione».

IL TABELLINO

Cortefranca-Brescia 1-2
Cortefranca Ferrari Sara, Leali, Gervasi (49′ st Macchi), Valtulini, Fenaroli, Valesi (33′ Tavelli), Mottinelli (1′ st Giudici), Freddi, Saetti (40′ st Beltrami), Picchi, Asperti. (Belotti, Lavezzi, Sandrini, Muraro). Allenatore Lanzetti
Brescia Cogoli, Belussi, Lazzari, Bocchi, Dolfini, Brevi, Brayda, Magri (35′ Ferrari Giada), Pasquali (26′ st Zangari), Farina, Massussi (18′ st Fumagalli). (Cancarini, Inverardi, Guerini, Citaristi). Allenatore Treccani (squalificato, in panchina Valnegri)
Arbitro Lombardi di Brescia
Reti pt 6′ Valesi, 8′ Massussi, 35′ Pasquali
Note Ammonite Fenaroli, Freddi, Magri, Brayda, Gervasi, Beltrami

  ,