Fiorentina 1 Brescia 4

Postato in Brescia calcio Femminile

Ufficio Stampa Brescia CF. Era il giorno in cui lanciare un chiaro segnale al campionato, in cui prendersi la rivincita per un pareggio che ancora bruciava in casa biancoblu e il Brescia di Bertolini ha risposto presente. Con una prestazione maiuscola, di sacrificio,

da squadra vera, da gruppo granitico nonostante le assenze di capitan Cernoia e Boattin; nonostante la doccia fredda per tutta la squadra e lo staff giunta alla vigilia della partita con la nuova ricaduta per Marchitelli che in settimana si sottoporrà a nuovi esami al tendine della coscia destra.

Neanche il tempo di prendere posto in tribuna che il Brescia passa in vantaggio: venti secondi netti bastano a Bonansea per andare al cross dalla destra e a Girelli per freddare Thalmann di testa. La Fiorentina subisce le biancoblu nonostante un tiro di Panico ribattuto in angolo da Mele al 5’, e al 9’ rischia di capitolare ancora: ancora Bonansea dalla destra questa volta per Tarenzi che vede la sua semirovesciata uscire di poco sopra la traversa. All’11’ è Williams a non arrivare in tempo sul pallone, sola in area vista nuovamente da un’ispirata Bonansea, mentre un minuto dopo la Fiorentina pareggia grazie ad un diagonale rasoterra di Caccamo che batte Ceasar dal limite sinistro dell’area. La squadra di Bertolini non si scompone e continua a fare la partita sfiorando il nuovo vantaggio al 22’ quando Sabatino si ritrova a tu per tu con Thalmann, non riuscendo però ad inquadrare lo specchio della rete con il pallone che termina sull’esterno della porta. Tre minuti dopo Thalmann respinge di pugni una conclusione da fuori di Bonansea che al 30’ va via ancora sulla destra pennellando un cross al bacio su cui Girelli va in rovesciata colpendo la base del palo. Il pallone giunge a Sabatino che non riesce a deviare in rete a porta vuota di prima intenzione, trovando in seguito l’opposizione di un difensore. La rete biancoblu è però nell’artia e giunge al 37’ con Tarenzi che salta un’avversaria in area, serve Bonansea sulla sovrapposizione interna che al volo stoppa e poi batte Thalmann per il 2-1. La risposta viola è affidata ancora a Caccamo con un diagonale dalla sinistra che esce a fil di palo.
La ripresa si apre con la Fiorentina proiettata in avanti, ma alla prima occasione il Brescia passa: tiro da fuori area di Williams deviato in angolo da Thalmann, dalla bandierina Gama anticipa un difensore viola appoggiando al limite per Mele che controlla e piazza il destro nell’angolino basso alla destra del portiere svizzero per il 3-1. Al 14’ reazione delle padrone di casa con Guagni che entra in area dalla destra, ma il suo tiro cross è prima smorzato da D’Adda e poi bloccato da Ceasar. Le biancoblu guadagnano un calcio di punizione sulla trequarti con Williams che pennella una parabola perfetta per Sabatino che di testa brucia la difesa viola per il 4-1.
La partita viene messa in ghiacciaia dal Brescia che conquista tre punti pesantissimi contro una diretta concorrente per lo scudetto e resta al comando della classifica con il Mozzanica.

FIORENTINA (3-4-1-2): Thalmann; Guagni, Tona, Orlandi, Panico (41’ st Razzolini), Vicchiarello, Caccamo, Motta, Rodella (15’ st Adami), Ek, Tortelli. A disp.: Durante, Venturini, Giatras, Salvatori Rinaldi, Casula. All.: Fattori.

BRESCIA (3-4-1-2): Ceasar; Gama, D’Adda, Linari; Bonansea, Mele (31’ st Alborghetti), Rosucci, Williams; Girelli; Sabatino (46’ st Eusebio), Tarenzi (35’ st Lenzini). A disp.: Ghio, Serturini, Ghisi, Martani. All.: Bertolini.

ARBITRO: Campagnolo di Bassano del Grappa.
MARCATRICI: 1’ pt Girelli, 12’ pt Caccamo, 37’ pt Bonansea; 11’ st Mele, 16’ st Sabatino.
AMMONITE: Motta, Mele, Tortelli, Linari.

  ,